Ouvertures Nocturnes 2017. Tutta la magia delle sere d’estate al Teatro romano e al Criptoportico di Aosta

Evento dal 11/07/2017 al 29/08/2017
Ouvertures Nocturnes. Notti d'estate tra luci, suoni e antichità quelle al Teatro romano e al Criptoportico forense di Aosta. #DaNonPerdere

E quest’estate, di sera, vi portiamo a teatro! Ma non un teatro qualsiasi; un teatro che ha duemila anni sulle spalle! Il Teatro romano di Aosta, l’antica colonia augustea di Augusta Praetoria Salassorum.

Si rimane sbalorditi davanti a quel muro di facciata alto 22 metri, magari quando la luce del mattino gioca tra le finestre e i contrafforti sporgenti insinuandosi nelle rugosità dei blocchi di arenaria.

Ecco, in queste sere estive altre luci si rincorreranno sui pieni e suoi vuoti di questo antico monumento: sono le luci e le musiche di “Ouvertures Nocturnes”.

Tutti i martedì e i sabato sera, infatti, (ad eccezione di sabato 29 luglio e martedì 15 agosto), il Teatro romano resterà aperto per dare di sé un’immagine decisamente “spettacolare” ed inconsueta. Ogni 30 minuti, a partire dalle ore 21.30 fino alle 23.00, giochi di luce abbinati a musiche particolari  accompagneranno una visita guidata insolita e divertente di Aosta romana con inaspettati effetti a sorpresa. Diciamo che, al termine dello spettacolo, saprete come mai Aosta è una città da visitare in tutte le stagioni!

Ma in queste serate estive non vi sono solo le luci che si allungano risalendo le alte mura del Teatro, ma si può anche scendere sotto terra, in punta di piedi… qui saranno vere e proprie emozioni sotterranee quelle che potrete vivere nelle gallerie del Criptoportico forense, altro monumento romano simbolo della città di Aosta. Siamo in piazza Giovanni XXIII, al cospetto della Cattedrale di Santa Maria Assunta, nel luogo dove 20 secoli fa sorgeva il foro di Augusta Praetoria.

Pochi scalini per scendere al livello di un grazioso giardino al cui centro sorge un rigoglioso tiglio: si dice sia stato piantato qui all’ inizio del Novecento da un archeologo: Ernesto Schiaparelli. Fu lui ad intuire la reale identità del raro e prezioso monumento che si cela sotto queste aiuole. Sì, perché da una breccia aperta in una delle gallerie seminterrate si entra in un mondo molto particolare, quasi ovattato.

Non capita così spesso di visitare un criptoportico, oltretutto così ben conservato e valorizzato! Qualche secondo per abituarsi alla penombra e per apprezzare la mite e fresca temperatura dell’interno (un sollievo dal caldo dei pomeriggi estivi!), ed ecco che davanti agli occhi si allunga una sobria ma elegante sequenza di arcate; la luce e le ombre si mescolano in un gioco di chiaroscuri dorati.

Solo pochi passi e… mai ci si aspetterebbe un simile spettacolo! La lunga teoria di archi ribassati costruiti in possenti conci di calcare sembra quasi perdersi all’infinito. La galleria nord, la più lunga, lascia esterrefatti; quasi in punta di piedi ci si avvia alla scoperta di questo luogo insolito e misterioso. Alti soffitti voltati a botte, intonaco color avorio alle pareti, finestrelle strombate aperte sull’area interna (oggi il giardino) per la luce e l’aria.

La magia del Criptoportico sarà ancora più pervasiva in queste serate di “Ouvertures nocturnes” in cui la normale visita del sito sarà arricchita dalla proiezione di un video che racconta la storia di questo enigmatico monumento.

L’accesso ai siti ha un costo di 7 euro e comprende, anche la visita (fattibile nell’arco di un anno) della chiesa paleocristiana di San Lorenzo e del Museo Archeologico Regionale. Perciò questa estate, nella stessa serata, potete assistere sia all’Ouverture Nocturne’ del Teatro che a quella del Criptoportico con lo stesso biglietto ma avrete anche la possibilità di assistere agli spettacoli serali di luci e suoni.

Ma se pensate di tornare più volte e di assistere anche agli spettacoli del ricco calendario di “Eté au Théâtre”, allora vi conviene sicuramente acquistare l’abbonamento annuale di 21 euro: accessi illimitati a tutti i monumenti di cui sopra con, in più, il ponte-acquedotto romano del Pont d’Ael, capolavoro dell’ingegneria idraulica romana del I secolo a.C.! A conti fatti, si paga solo l’accesso ai siti e tutti gli spettacoli di questa caleidoscopica estate sono gratuiti! Cosa aspettate?!

Per info: https://goo.gl/kHEjsM e  https://goo.gl/eD9Tfq

www.regione.vda.it

www.lovevda.it

(Stella Bertarione)


Google Calendar iCal

Inserito in CULTURA, Eventi, La mia VdA

Tags: , , , , , ,

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *