Expo arriva nel centro di Aosta

Evento dal 15/07/2015 al 20/11/2015
Expo al MAR di Aosta: un percorso culturale per scoprire e apprezzare, non senza effetti a sorpresa, peculiarità, tradizioni e sapori del nostro territorio

Mangiare è una necessità; mangiare intelligentemente è un’arte”. Questa frase di François De La Rochefoucauld si allinea perfettamente al tema di Expo Milano 2015: il cibo.

Cibo è…

“Dobbiamo credere all’utopia possibile di unire cibo, culture e sviluppo: è l’unica strada per una prosperità sostenibile” (Marc Augé).

Il cibo è la nostra sopravvivenza; abbiamo tutti bisogno di mangiare. Il cibo è la nostra gioia; i piatti preferiti, quelli di cui non possiamo fare a meno, quelli che colleghiamo e particolari ricordi, a luoghi, a sentimenti, a persone. Il cibo per questo è emozione: quel sapore, quel profumo che ci fa inspiegabilmente battere il cuore più forte. Il cibo è tradizione: un “saper fare” che si perde lontano nel tempo, i frutti della terra, magari di una terra povera ed esigente, i segreti delle nonne gelosamente custoditi nelle madie di famiglia. Il cibo è cultura: ogni prodotto, ogni pietanza, riflette un popolo, un territorio, una Storia. Il cibo è condivisione, allegria, gioia. Il cibo è arte: l’arte di saper scegliere, miscelare, declinare e abbinare sapori, aromi, profumi e consistenze. Ed è arte anche per la sua bellezza esteriore: l’appetito vien mangiando, certo, ma è pur vero che in molti casi viene anche “guardando”. Un bel piatto curato nei minimi dettagli si rende automaticamente partecipe del sopraggiungere della famosa acquolina, appagando, oltre allo stomaco, la vista ed il cuore.

Quante cose è il cibo. E quanto è importante per conoscere da vicino innanzitutto noi stessi. Nota la frase che recita “siamo quel che mangiamo” che è assolutamente vera in senso medico-alimentare, ma lo è altrettanto in termini squisitamente culturali. Il cibo della nostra vita, quello con cui siamo cresciuti, rappresenta la nostra stessa terra, le nostre origini, le nostre tradizioni più autentiche.

Ecco, il cibo è tutto questo. Parole come “genuinità”, “autenticità”, “semplicità”, ben si addicono ai prodotti più veri ed essenziali che ogni territorio può offrire. Cibo e territorio si sposano in un’unica opera d’arte.

Expo in Valle d’Aosta

Ecco dunque che anche la Valle d’Aosta, piccola regione dalle grandi montagne, partecipando a Expo Milano nella settimana dal 24 al 30 luglio, vuole presentare i suoi prodotti, figli di una terra difficile e verticale, eredi di tradizioni antichissime e tenacemente tramandate da agricoltori ed allevatori eroici.

Ma la Valle d’Aosta ha anche voluto portare un po’ di Expo in casa sua; e per questo motivo, martedì 14 luglio, è stata inaugurata la mostra “Expo in Valle d’Aosta. Le eccellenze del territorio raccontate con i linguaggi della modernità”. Dire “mostra”, però, suona riduttivo perché si tratta di un vero e proprio percorso culturale di scoperta di queste montagne, allo stesso tempo esigenti e generose. La più piccola regione d’Italia si presenta agli occhi del mondo con la sua verticalità, i suoi “4 4000”, le sue nevi, i ghiacciai ed il suo “oro blu”: l’acqua. La montagna, non un limite, ma una forza, una risorsa. L’acqua, fonte primaria di vita e di energia grazie alla quale l’uomo ha saputo gestire e far fruttare una terra così dura ed inclinata.

Le sale del primo piano del MAR (il Museo Archeologico Regionale di piazza Roncas ad Aosta) ospitano questo viaggio geografico, etnografico ed enogastronomico raccontato soprattutto per immagini, postazioni interattive, ologrammi, giochi di luce ed inattese prospettive. E, a ben pensarci, il fatto che al pianterreno vi siano le collezioni archeologiche del territorio, può costituire un ulteriore ed importante valore aggiunto nonché simbolico. La Valle d’Aosta di oggi, quella che va ad Expo 2015, poggia sulla Valle d’Aosta passata, quella le cui radici affondano fin nelle arature neolitiche per poi svilupparsi e fiorire nel passaggio dall’Età del ferro all’epoca romana, quando ombelico di questa impareggiabile corona di vette era la colonia di Augusta Praetoria Salassorum. Dai tempi in cui la verticalità, impregnata di sacro e spesso fonte di vivo timore, fungeva ancora da monumentale presidio militare, ad oggi in cui è divenuta una preziosa peculiarità che ci identifica e ci distingue.

Preparatevi dunque ad un incontro ravvicinato coi prodotti di queste montagne. Dalla filiera del latte a quella del vino: alpeggi e vigneti eroici. Dai profumati salumi locali fino al miele, alle birre artigianali e all’olio di noci. Per poi transitare verso i tessuti della tradizione (lana e canapa) e i prodotti degli antichi saperi erboristici. Ma le eccellenze sono rappresentate anche dagli uomini, dal loro ingegno e talento. Dai giovani aspiranti chef, artisti del cibo, dell’IPRA (Istituto Professionale Regionale Alberghiero) di Chatillon, fino ai ricercatori dell’Osservatorio Astronomico regionale di Lignan (Nus) che coi loro studi e le tante attività didattiche e divulgative riescono ad accompagnarci direttamente dalla montagna al cielo e alle galassie più lontane. Senza trascurare le eccellenze dell’ingegneristica egregiamente rappresentate dallo Sky Way del Monte Bianco, l’ottava meraviglia del mondo.

Detto questo, e non volendo svelare troppo, non resta che invitare i nostri amici e lettori a visitare la mostra, che resterà aperta (e gratuita) fino al 20 novembre 2015. Un pizzico di Expo nel centro storico di Aosta per raccontare, in maniera originale, fresca ed attuale, la nostra regione, le nostre montagne e il nostro “saper fare” a partire dal cibo. E se, come recita un vecchio adagio, “la strada verso il cuore di un uomo passa per il suo stomaco”, allora vi innamorerete ancora di più di questa piccola e verticale Valle d’Aosta.

(autore: Stella Bertarione)


Google Calendar iCal

Inserito in CULTURA, Eventi, GUSTO, Musei e Mostre

Tags: , , , , , ,

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Agosto 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31