I ghiacciai della Valle d’Aosta: la carica dei 209

VIVA

I ghiacciai della Valle d'Aosta sono un importante elemento del paesaggio e una risorsa idricaIl ghiacciaio del Lys

Oggi vi parliamo di un elemento molto caratteristico della Valle d’Aosta: i ghiacciai.

Con i suoi 3.263 km2 di superficie, la Valle d’Aosta è la più piccola regione italiana ed è localizzata in una zona interamente montuosa, sul versante meridionale delle Alpi. Oltre il 30% della sua superficie si trova a quote superiori a 2.500 m, ossia oltre il limite dei pascoli, e circa il 27% di quest’area si trova oltre i 3.000 m slm. Questi dati sono rapresentativi della morfologia della Valle d’Aosta, che è scavata in direzione ovest-est fra i principali massicci montuosi d’Europa, come il Gran Paradiso, il Monte Bianco e il Monte Rosa.

In conseguenza di questa conformazione fisica, gli ambienti glaciali e periglaciali sono un elemento molto importante, sia in termini di estensione, sia per quanto riguarda l’influenza che essi esercitano sull’intero territorio.

La maggior parte dei ghiacciai della Valle d’Aosta ha dimensioni molto piccole (inferiore a 0,5 km2), ma vi sono anche alcuni ghiacciai di grandi dimensioni e con caratteristiche particolari, come il ghiacciaio del Miage e il ghiacciaio del Lys.

In passato, sia in epoche remote sia in tempi storici, i ghiacciai hanno avuto un’estensione molto maggiore di quella attuale, tanto che quasi tutte le forme che caratterizzano il territorio regionale sono dovute alla loro presenza. Ad oggi (dato 2005) i ghiacciai presenti sul territorio sono 209, coprono una superficie di 135 km2 e sono un importante elemento del paesaggio e una risorsa idrica. Conseguentemente sono anche un elemento economico, sia per quanto riguarda il turismo sia per gli aspetti idrici e idroelettrici.

A causa dell’attuale situazione climatica i ghiacciai sono in una fase di forte contrazione e stanno modificando molte loro caratteristiche, ad esempio ricoprendosi di detriti. Tuttavia è già successo che nel corso della storia, anche recente, i ghiacciai abbiano subito una riduzione ancora maggiore dell’attuale, come ad esempio durante i periodi caldi dell’Età Romana e del Medioevo.

Argomenti correlati:

Inserito in NATURA, Neve valanghe

Tags:

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Giugno 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30