La Casermetta dell’Espace Mont-Blanc

VIVA

La Casermetta è un centro di educazione ambientale transfrontaliero dell'Espace Mont-Blanc, sull'itinerario del Tour du Mont-Blanc

La Casermetta è situata a 2.365 m di quota, sull’itinerario del Tour du Mont-Blanc, ed è raggiungibile da La Visaille (Val Vény, Courmayeur) con un percorso di 2h30 – 3h00. Si trova a circa 45 minuti dal rifugio Elisabetta e a soli 20 minuti dal Col de La Seigne, al confine tra Italia e Francia.

Di proprietà della Regione autonoma Valle d’Aosta, la Casermetta è affidata in gestione a Fondazione Montagna sicura dal 2008, anno di apertura al pubblico.

Attualmente la struttura è un centro di educazione ambientale transfrontaliero dell’Espace Mont-Blanc. Il centro è aperto in estate ed è visitato ogni anno da più di 6.000 escursionisti provenienti da tutto il mondo, con una prevalenza di francesi e inglesi. Oltre ad essere una postazione strategica per acquisire dati socio-demografici sui frequentatori del Tour du Mont-Blanc, la casermetta è un sito di rilevamento scientifico per il monitoraggio degli ecosistemi montani.

Da territorio di guerra, a territorio di pace

Dal punto di vista storico, la Casermetta testimonia un periodo di difficile convivenza tra le nazioni lungo i confini della Alpi. Essa era infatti un avamposto italiano lungo la frontiera tra Italia e Francia, costantemente sorvegliato da un presidio militare.

Dopo la fine del secondo conflitto mondiale, la storia della Casermetta prese finalmente una strada diversa: oggi, dopo anni di abbandono, rappresenta uno spazio di incontro per tutti coloro che scoprono questo meraviglioso angolo delle Alpi. La ristrutturazione è stata resa possibile grazie ai finanziamenti comunitari del Programma Interreg IIIA Alcotra Francia-Italia 2000-2006.

All’interno, sono oggi allestiti un plastico del massiccio del Monte Bianco e diversi pannelli descrittivi che illustrano gli aspetti naturalistici, ambientali, geografici e storici del territorio.

Per il suo funzionamento, la Casermetta è stata dotata di un sistema di approvvigionamento energetico basato completamente su fonti rinnovabili: pannelli solari termici e fotovoltaici, e una micro centrale idroelettrica. Queste tecnologie rendono la Casermetta una struttura autosufficiente e poco impattante sull’ambiente.

Atelier d’alta quota

Durante il periodo estivo, lo staff di Fondazione Montagna sicura, composto dai tecnici Simone Gottardelli e Fabrizio Troilo e da una stagista francese, organizza atelier di sensibilizzazione su temi legati ai territori di alta quota:

  • - La Val Veny – la valle dei ghiacciai
  • - A colpo d’occhio – fauna e flora intorno al Monte Bianco
  • - Geologia della Val Veny – tra vulcani e oceani
  • - Montagna a impatto zero – vita e tecnologie ecosostenibili
  • - Oltre i confini – la Val Veny da territorio di guerra a territorio di pace (storia della Casermetta e delle fortificazioni).

Gli atelier si possono prenotare presso Fondazione Montagna sicura all’indirizzo e-mail casermetta@fondms.org sino all’8 settembre 2014.

 

L’attività rientra nell’ambito del progetto Eco innovation en altitude del Programma Operativo di cooperazione territoriale europea Francia-Italia (Alpi) 2007-2013 ALCOTRA, di cui Fondazione Montagna sicura è soggetto attuatore e la Direzione ambiente dell’Assessorato territorio e ambiente della Regione autonoma Valle d’Aosta è partner.

Argomenti correlati:

Inserito in NATURA

Tags: ,

Un commento a proposito di “La Casermetta dell’Espace Mont-Blanc

  1. Pingback: Courmayeur - Alpine Traveler

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Settembre 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30