In Valle d’Aosta, rafting sul “Colorado d’Europa”


La Dora Baltea, il fiume che attraversa tutta la Valle d'Aosta, tra gli appassionati di rafting è conosciuta come "il Colorado d'Europa"

Nepal, Himalaya, Patagonia… sono nomi che fanno sognare chi ama il rafting.

L’Himalaya è certamente la mecca del rafting e degli sport fluviali, e la natura e gli spazi infiniti della Patagonia sono incredibili… eppure il rafting in Valle d’Aosta non ha niente da invidiare a tutto il resto del mondo, anzi!

I ghiacciai generosi del massiccio del Monte Bianco garantiscono un apporto idrico immenso alla Dora Baltea, il fiume che percorre tutta la Valle d’Aosta.  Per questo, gli americani, che ci iniziarono al rafting nel 1986, battezzarono la Dora Baltea il “Colorado d’Europa”.

Ogni anno da allora, tra giugno e metà settembre, quando la portata d’acqua è maggiore, la Dora Baltea è teatro di discese emozionanti di rafting, kayak, hydrospeed e di altre attività fluviali. Centinaia di appassionati, di sportivi e di esperti delle attività fluviali vengono in Valle d’Aosta da ogni parte del mondo per “giocare” o allenarsi nelle rapide del Colorado d’Europa.

Non importa quale mezzo si usi: che sia il raft,  la canoa, il kayak tandem (topo duo) o altro, la Dora Baltea offre divertimento a tutti, per tutti i gusti e per tutti i livelli. In Valle d’Aosta ci sono sia percorsi di rafting adatti per famiglie e bambini, sia percorsi per scalmanati sportivi che cercano l’adrenalina. Addirittura c’è chi per il proprio addio al celibato (o al nubilato) sceglie il rafting, e ci sono aziende che propongono il rafting come bonus aziendale e per il team building.

Chi non ha mai provato ad “andare per fiumi”, stenta a capire il perché di tanto successo. Andar per fiumi — e in particolare il rafting —  è un gioco splendido alla portata di tutti, dai 7 ai 70 anni! È un modo per vivere la natura con un pizzico di avventura.

Non fatevi spaventare da chi parla di “sport estremo” o dall’idea del superuomo di memoria dannunziana: se si seguono alcune semplici regole, il fiume può regalare dei momenti unici. Basta rispettare la natura, amare la tranquillità, essere umili nei confronti di un’entità più grande di noi come è il fiume. E se non avete esperienza, affidatevi a guide professioniste dei centri di Rafting e Canoa: la Valle d’Aosta vanta una tradizione di guide rafting di calibro internazionale.

 

Attenzione! Per la vostra sicurezza, verificate sempre che il centro e le guide a cui vi rivolgete siano ufficialmente riconosciute dalla F.I.Raft (Federazione Italiana Rafting).

 

Testo di David Alemanni – www.TotemAdventure.com


Argomenti correlati:

Inserito in ADRENALINA, Altri Sport, Rafting, SPORT

Tags: , , , , , ,

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Giugno 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30