L’estate dell’Ufficio neve e valanghe


Vi raccontiamo cosa facciamo d'estate, quando la neve non c'è, all’Ufficio neve e valanghe della Valle d'Aosta

Tutti sanno, come spesso ci ricorda scherzosamente anche la guida alpina Renzino Cosson, che in pianura, e quando non c’è neve — quindi d’estate —, le valanghe non ci sono.

Dunque, per quanto interessante sia il lavoro svolto all’Ufficio neve e valanghe, la domanda “ma voi d’estate cosa fate?” è da sempre la prima che tutti, ma proprio tutti, sono soliti farci.

D’altronde, come dargli torto? Anche noi tecnici nivologi e previsori valanghe, impegnati d’inverno ad elaborare complessi Bollettini e a fare sopralluoghi in ambiente innevato, almeno la prima volta in cui la fatidica domanda ci vien posta, rimaniamo interdetti. O perlomeno perplessi, increduli del fatto che agli occhi dell’interlocutore sia più interessante cosa si nasconda dietro le quinte piuttosto che sul palcoscenico.

Finita la stagione nevosa 2013-2014, che ha visto l’emissione di 9 Note informative sulle condizioni nivometeorologiche (a inizio e fine stagione) e 79 Bollettini neve e valanghe (di cui 9 Straordinari), per un totale di 165 giornate in cui è stato valutato il grado di pericolo valanghe, in questo post vogliamo condividere con voi l’elenco delle principali attività che svolgiamo nel periodo estivo di sospensione del Bollettino (a proposito: potete consultare qui e in qualunque momento l’archivio di tutti i Bollettini neve e valanghe pubblicati dal 2006 ad oggi):

  • – archiviazione e validazione dei dati nivometeorologici (i numeri del 2013: 70 osservatori nivologici, 553 profili stratigrafici, 91 rilievi itineranti, 353 osservazioni nivologiche, 4823 osservazioni meteonivometriche giornaliere) – per informazioni sui dati disponibili scriveteci: u-valanghe@regione.vda.it;
  • – aggiornamento del Catasto regionale valanghe (tutorial accessibilità dati);
  • – aggiornamento del database AINEVA relativo agli incidenti da valanga;
  • realizzazione del volume Rendiconto Nivometeorologico – disponibile dalla stagione 2005-2006, anche in formato cartaceo che può essere ritirato gratuitamente presso l’Ufficio neve e valanghe in località Amérique 33, Quart (Valle d’Aosta);
  • – partecipazione a convegni, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento;
  • – supporto gestionale, formativo, tecnico e amministrativo alle Commissioni locali valanghe (tutorial divulgativo);
  • – pratiche burocratiche e amministrative necessarie per la chiusura e riapertura di ogni stagione invernale;
  • – organizzazione di giornate formative e di aggiornamento per gli osservatori nivologici;
  • – organizzazione e docenze ai corsi AINEVA;
  • – coordinamento e partecipazione alle riunioni del gruppo di lavoro previsori AINEVA e del gruppo previsori internazionale (EAWS);
  • –  attività varie di divulgazione in materia di neve e valanghe (es. sito web FMS, pagina facebook FMS);
  • –  sviluppo di progetti di ricerca e realizzazione delle attività inerenti.

Ultime, ma non meno importanti, le meritate vacanze… da godersi necessariamente dove di bianco ci sia solo la sabbia del mare!

(autore: Elisabetta Ceaglio – Fondazione montagna sicura/Ufficio neve e valanghe Valle d’Aosta)

Argomenti correlati:

Inserito in Neve valanghe

Tags:

3 commenti a proposito di “L’estate dell’Ufficio neve e valanghe

  1. marco chiesa il scrive:

    Ma d’estate in Val Veny,sotto il Monte Bianco,c’è rischio valanghe?
    Grazie

    • Enrico Romanzi il scrive:

      Buongiorno Marco, abbiamo inoltrato la sua domanda all’Ufficio neve e valanghe. Appena possibile le comunicheremo la loro risposta, grazie per l’interesse.

    • VdA Mon Amour il scrive:

      Ed ecco la risposta dell’Ufficio valanghe della Regione Valle d’Aosta:

      D’estate, in val Veny, passeggiano migliaia di escursionisti, tra cui tanti visitatori stranieri che percorrono il Tour du Mont Blanc. La valle ai piedi del Monte Bianco, in estate, è un tripudio di fiori colorati, che spiccano tra i prati verdi e il cielo blu, e a tutto fa pensare fuorché alle valanghe.

      Poi, però, ci ricordiamo di un incidente accaduto anni or sono nella Valle di Gressoney, alle pendici del Monte Rosa: era ormai primavera inoltrata, e un pescatore si dedicava al suo sport preferito sul letto del torrente Lys. Improvvisamente, dall’alto si è staccata una valanga che ha percorso il ripido impluvio e proseguito fino al fondovalle, seppellendo il povero malcapitato.

      Sappiamo bene che quando c’è la neve, c’è anche un potenziale pericolo di valanghe. Infatti la scala internazionale del pericolo valanghe va da 1-debole a 5-molto forte: quando c’è neve, il pericolo zero non esiste! Solo se non c’è neve, non c’è pericolo valanghe. Ma non basta guardare sotto i nostri piedi, dobbiamo anche alzare lo sguardo e vedere se sui pendii sopra di noi c’è ancora neve. E i pendii della Val Veny arrivano fino alla vetta del Monte Bianco, ben oltre il limite delle nevi perenni!

      Nella maggior parte dei casi, in estate, i percorsi classici della Val Veny sono esenti da valanghe. Bisogna però tenere in considerazione le mutate condizioni climatiche degli ultimi decenni, con eventi estremi e improvvisi che, nel pensare comune, possono arrivare inaspettati. Seppure molto improbabile, non è impossibile che un’importante nevicata estiva — ovviamente alle quote più alte — possa poi favorire valanghe che percorrono i classici canaloni, arrivando fino al fondovalle. L’escursionista che passeggia lungo i sentieri dovrà quindi prestare attenzione in quei brevi momenti in cui eventualmente attraverserà questi canaloni. Non è il caso di farne un dramma, anche perché tutti sanno che in montagna il rischio zero non esiste, ma bisogna ricordarsi di usare il buon senso: in quei luoghi non è il caso di fermarsi a fare pic-nic.

      Buone escursioni consapevoli!

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Agosto 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31