Selezione del Sindaco, Chambave domina un concorso internazionale dove il vino e il terroir sono un tutt’uno.


Per fare del Sindaco un protagonista della promozione della propria terra, vino e paesaggio, binomio d'eccellenzaLa Selezione del Sindaco 2014, i vini primi ex-aequo, le due gran medaglie d'oro

 

Agli appassionati del genere i concorsi vitivinicoli rappresentano il terreno ideale per comparare, abbinare e ancor più esprimere un giudizio  su questo o quel vino,  ma che consente anche piacevoli scoperte e dolci sorprese. In Italia ai classici concorsi internazionali del Vinitaly di Verona e della Douja d’Or di Asti, si è aggiunto negli anni un concorso singolare nella formula: La Selezione del Sindaco.

Promotori del concorso sono l’Associazione Nazionale Città del Vino (oltre 400 città) e Recevin (la Rete Europea delle Città del Vino), con il patrocinio scientifico di OIV (Organisation Internationale de la vigne et du Vin) e l’autorizzazione del Ministero per le politiche agricole.

Si tratta dell’unico concorso enologico internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’Azienda (che produce il vino) e del Comune (in cui sono localizzate le vigne), e che si propone di valorizzare le piccole partite di vino di qualità, frutto della tradizione e di un ben individuato territorio, e di favorirne la conoscenza anche attraverso Internet. La partecipazione è riservata ai vini di qualità (Docg, Doc, Igt) prodotti in piccole partite, cioè in un quantitativo compreso tra le 1.000 e le 50.000 bottiglie.. Ogni anno, nel rispetto del carattere anche didattico che la rassegna si propone, è coinvolta una scuola ad indirizzo agrario.

La Selezione del Sindaco è un concorso enologico itinerante, che cambia cioè ad ogni edizione la sede delle sessioni di assaggio nell’intento di valorizzare al meglio tutti i territori delle città del vino. A partire dalla sua prima edizione che nel 2002 si è svolta a Siena, la manifestazione ha percorso l’Italia dal Nord al Sud coinvolgendo Conegliano (2003), Alba (2004), Roma (2005), Ortona (2006), Monreale (2007), Cividale del Friuli (2008), San Michele all’Adige (2009), Brindisi (2010), Torrecuso (2011), Lamezia Terme (2012), Castelfranco Veneto ed Asolo (2013) e nel 2014 Bolzano in Alto Adige.

Quest’anno, le commissioni internazionali composte da enologi, enotecnici, assaggiatori, sommeliers e giornalisti del settore enogastronomico, il 50% stranieri,  hanno valutato le bottiglie in gara (più di 1300) nella bellissima sede del Museion di Bolzano

Sette Gran medaglie d’oro, 57 medaglie d’oro e 216 medaglie d’argento: questo il risultato della 13ª edizione del concorso enologico internazionale “La Selezione del Sindaco”, su oltre mille campioni di vino pervenuti e provenienti da tutta Italia, oltre che da Paesi europei della rete di Recevin, le Città del Vino d’Europa.
Al primo posto assoluto, a pari merito, Sicilia e Valle d’Aosta, con i vini Valle d’Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré 2011 dell’azienda La Crotta di Vegneron di Chambave, e Marsala Superiore Riserva Ambra Dolce 1980 dell’azienda Francesco Intorcia e Figli di Marsala (Tp), entrambi con il punteggio di 92.80. Al secondo posto un vino rosso portoghese, Casa Da Passarella Abanico Reserva 2010 a base di Touriga national, dell’azienda Passarela Sociedade De Vinhos di Gouveia (punteggio 92.50); al terzo posto ancora un vino rosso portoghese, il Quinta Da Badula Reserva 2010, a base di vitigno Touriga national, dell’azienda Quinta Da Badula di Arronquelas Rio Maior Portogallo (92.25). Si torna in Sicilia per il quarto posto, con il Ben Ryè 2011 Passito di Pantelleria Dop dell’azienda Donnafugata (92) di Marsala (Trapani) e si resta ancora sull’isola per il quinto posto, quello assegnato al rosso Dellaterra Syrah 2011 dell’azienda agricola Patri’ Rocco di Riesi (Caltanissetta) con il punteggio di 92. Chiude al sesto posto ancora un rosso portoghese, il Poliphonia Reserva Tinto 2012 dell’azienda Granacer Administracao De Bens S.A. Monte Dos Pernigoes Di Reguengos De Monsaraz (92.00).

Chambave chiama e Aymavilles  risponde!

Il comune ai piedi del Gran Paradiso nello stesso concorso si porta a casa una medaglia d’oro con il Traminer aromatico 2013 (87,50) e un argento con il Muscat Petit Grain Fletry 2012 (85.80), entrambi della Cave des Onze Communes.

Due comuni e due aziende per la più piccola regione d’Italia,  due Davide de chez-nous contro la corazzata Golia targata resto d’Italia e d’Europa.

Vedere i valdôtains  in cima alla classifica con quello che storicamente è il vino che più lega il  nome al proprio paese e viceversa  (Muscat – Chambave) è motivo di grande orgoglio, sinonimo di dedizione e bravura dei vignerons piegati sulla terra bassa quasi tutto l’anno, di caparbia e di ingegno di enologi e cantinieri per i quali la cattedrale-cantina è davvero un luogo sacro ma ancor di più sinonimo dell’assoluta rispondenza  tra terreno e vite, frutto di una zonazione creatasi nei secoli.
Ritengo che sia per questo motivo che la Valle d’Aosta  rappresenti un unicum nella geografia vitivinicola nazionale ma potrei dire anche mondiale dove  l’handicap  più grande è da sempre la produzione di quantità compensata, più che ottimamente, da una qualità eccelsa. La prova finale è proprio nei numerosi e prestigiosi riconoscimenti che  i vini valdostani conquistano, praticamente nei quattro angoli del pianeta, “medaglie” che fanno capire come in pochi ettari vitati racchiusi tra i 4 quattromila (Monte Bianco, Gran Paradiso, Cervino e Monte Rosa) il lavoro di generazioni abbia modellato i fianchi delle montagne in un mix uomo-natura che produce vini davvero memorabili: qui il TERROIR è una religione!

La consegna delle onorificenze avverrà il 9 luglio  in Campidoglio a Roma; per il Presidente della Crotta di Vegnerons, Sandro Theodule e per il Sindaco di Chambave, Elio Chatrian, così come per Presidente della Cave des Onze Communes Dino Darensod e per il Sindaco di Aymavilles Luciano Saraillon un viaggio più che meritato.

(autore: Stefano Carletto - foto: Città del Vino e Enrico Romanzi)


Unable to contact Google Maps API service.

Argomenti correlati:

Inserito in Degustiamo, GUSTO, Vino

Tags: , , ,

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Dicembre 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31