Il sentiero dei Papi


Escursione ad anello lungo i sentieri che hanno percorso Giovanni Paolo II e da Benedetto XVILa croce votiva denominata Croux de Bouque

L’itinerario ad anello che vi proponiamo (Lieu dit Plan du Saint-Père – Croux de Bouque – Les Combes – Lieu dit Plan du Saint-Père) si sviluppa lungo i sentieri frequentati dai pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI durante i loro soggiorni estivi in Valle d’Aosta nella località Les Combes di Introd.

L’itinerario

L’escursione inizia dalla località Lieu dit Plan du Saint-Père (1.307 m s.l.m.): l’imbocco del sentiero è ben evidenziato dalla presenza in loco di un’area di sosta attrezzata con panche e tavole di legno e di una bacheca informativa dedicata alla vita di Giovanni Paolo II. Il tracciato risale con numerosi tornanti il bosco misto di abeti rossi e larici fino ad incrociare la pista forestale che collega la località Les Combes agli alpeggi di Borègne e Leytin nel comune di Arvier. Lungo l’itinerario sono state attrezzate altre due aree di sosta come quella descritta in precedenza, per permettere ai fruitori del sentiero di riposarsi e ristorarsi. Da qui, il sentiero diventa sempre più acclive e, superato un breve tratto che si sviluppa su pista forestale, dopo circa un’ora di marcia dal punto di partenza, si raggiunge la croce votiva denominata Croux de Bouque, posizionata  su uno sperone roccioso a quota 1.726 m. s.l.m., sulla cresta spartiacque tra la Valle di Rhêmes e il terrazzo glaciale di Les Combes.

Nell’area limitrofa al sito dove è posizionata la croce votiva di legno, recentemente, l’Amminstrazione comunale di Introd ha installato un tavolo e quattro panchine di legno, un altare in pietra di Cogne per celebrare la messa e una statua di pietra dedicata al Papa Beato Giovanni Paolo II, creando un’atmosfera che lascia spazio anche a riflessioni meditative e preghiere.

Alquanto suggestivo è il panorama che si osserva da questo punto: lo sguardo scruta attento la “plaine” di Aosta e cerca di individuare il proprio paese, la casa dell’amico, la sagoma inconfondibile dell’acciaieria Cogne; rapidamente si scorgono i verdi prati di Roisan, le pendici della Becca di Viou, si gioca nel distinguere la cima della Becca di Nona da quella dell’Emilius, si scommette sempre su quale sia la cima Longuède e quale sia la Becca d’Aver e, quando gli occhi si fanno stanchi, ci si perde nelle nevi perenni del Monte Rosa
L’itinerario di ritorno è, nel primo settore, comune a quello di andata, per poi dividersi in corrispondenza del bivio, ubicato a quota 1.600 metri circa, tra l’itinerario locale n°4 che conduce al villaggio di Les Combes e il n° 4A che raggiunge la nostra località di partenza. Una volta imboccato il tracciato segnalato con il segnavia n° 4, si raggiunge rapidamente (20 minuti circa) la località Les Combes, dove è consigliato visitare il museo dedicato a Papa Beato Giovanni Paolo II: la mostra, allestita all’interno di un edificio in pietra nel borgo rurale di Les Combes, propone alcune immagini e filmati che documentano i viaggi del Santo Padre nel mondo, l’intera produzione numismatica realizzata sotto il suo pontificato ed infine oggetti donati al Papa che testimoniano la devozione nei suoi confronti.

Da Les Combes (1.333 m s.l.m.) si ritorna in circa 10 minuti alla nostra meta di partenza, Lieu dit Plan du Saint-Père (1.307 m s.l.m.), completando quindi questo splendido anello escursionistico.

Testo e foto di Raffaele Collavo


Argomenti correlati:

Inserito in A piedi

Tags: , , , , ,

Un commento a proposito di “Il sentiero dei Papi

  1. marta e roberto il scrive:

    grazie delle indicazioni di cui approfitteremo durante le nostre vacanze

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Giugno 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30