Becca di Viou. Ruote e sudore


Estrema nella salita, estrema nella discesa. In mountain bike con gli amici giusti

Non ci sono molte parole per descrivere il senso di libertà che ti invade a 2.900 metri.

Sei con un gruppo di amici, quelli giusti, che sanno condividere con te un’esperienza che per molti è nulla, per te invece diventa davvero tutto.

Ti ritrovi senz’acqua, per un errore, perché fai fatica, ma dalla croce vedi una città che sembra microscopica e della sete non ti interessa più molto. Condividi la salita, la scalata, bici in spalla, vedi il sentiero scorrere sotto i tuoi piedi e la discesa percorsa con le ruote in un attimo. Hai mille pensieri che ti gratificano e che prima ti hanno fatto soffrire, ma di cui porterai il ricordo per sempre. La parola che più ci accomuna alla fine è libertà.

Ci sei arrivato con le tue gambe e da qui ti senti per un attimo il padrone del mondo. Siamo (credo) i primi ad aver raggiunto la cima con ruote e sudore e la discesa si è rivelata qualcosa di incredibile, soprattutto perché tuo nonno ti ha sempre raccontato di quella vetta che ha raggiunto molte volte.

Ti senti a casa, in famiglia, quando leggi il nome Martello sulla croce e sai che è stato qualcosa di irripetibile per molti.
La becca di Viou è tutto questo. Estrema nella salita ed estrema nella discesa.

Grazie a Edo, Jarno, Zac e Rich per aver condiviso tutto questo.

(autore: Francois Domaine – Aosta Valley Freeride)


Unable to contact Google Maps API service.

Inserito in ADRENALINA, Downhill e Freeride

Tags:

Puoi lasciare il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario Eventi

mese prec Agosto 2019 mese succ caricamento...
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31